Mutualità Condivisa

intervista negativoNon è semplice immaginare quale sia lo stato d’animo del tuo prossimo, è più semplice se si hanno aspetti in comune come ad esempio il tipo di attività lavorativa. Noi Agenti di Commercio, stiamo accusando un malessere collettivo, questa non è immaginazione, gli Agenti non hanno più certezze, sono troppe le variabili e non sappiamo quando e se avremo diritto alla pensione. Non abbiamo contezza di come e con quali criteri viene gestito il nostro patrimonio, quello degli Agenti iscritti ad Enasarco.

Perché siamo qui a leggerci e a scriverci? La curiosità imporrebbe una indagine molto più vasta, ma al momento possiamo solo evidenziare i dati raccolti dalle interviste effettuate a molti colleghi durante la permanenza a Milano in concomitanza del Forum Agenti.

  • SEI UN AGENTE DI COMMERCIO?
  • SEI A CONOSCENZA DEL PROBLEMA SILENTI ENASARCO?
  • COSA NE PENSI DEI LIMITI MINIMI OBBLIGATORI DA SUPERARE PER ACCEDERE ALLA PENSIONE?
  • CREDI DI RIUSCIRE AD OTTENERE IL DIRITTO ALLA PENSIONE ENASARCO?
  • E’ GIUSTO NON RESTITUIRE I CONTRIBUTI VERSATI SUL CONTO DELL’AGENTE PER MANCATI REQUISITI?
  • CREDI SIA OPPORTUNO CHE GLI AGENTI DI COMMERCIO SI MOBILITINO?
  • RITIENI SIA OPPORTUNA UNA AZIONE TIPO CLASS ACTION ENASARCO?

Dopo queste prime domande di approccio utili per capire se parlavamo con un Agente di Commercio attento, chiedevamo:

PERCHE’ PARTECIPERESTI ALLA CLASS ACTION ENASARCO?

Questa la prima domanda, scegli una sola di queste risposte:

1) Enasarco mi dice che non ho diritto alla pensione per non aver raggiunto i termini previsti dal regolamento e tutti i soldi da me versati li perdo, senza poter avanzare nessuna richiesta. Rivoglio indietro i miei contributi versati.

2) Sono in attività e verso i contributi ad Enasarco, temo di non avere un ritorno, in quanto ho forti dubbi su come viene gestito da Enasarco il patrimonio degli Agenti di Commercio. Vorrei che fossero cambiate le regole relative ai contributi versati. 

3) La gestione Enasarco non mi è chiara e sono preoccupato per tutti gli Agenti di Commercio e di conseguenza per il loro futuro e quello delle loro famiglie, la vecchiaia non è dato saper come sarà. Bisogna far qualcosa ed intervenire per il bene della categoria.

Risultato dell’indagine:

– 1^ Risposta scelta dal  65% – 2^ Risposta scelta dal  34% – 3^ Risposta scelta dal  1%

PERCHE’ NON PRENDI PARTE ALLA CLASS ACTION ENASARCO?

Questa la seconda domanda, scegli una sola di queste risposte:

1) Sono già pensionato e sono a posto così.

2) E’ inutile partecipare non possiamo farcela, non possiamo cambiare nulla.

3) Ho piena fiducia della gestione Enasarco

4) Sono iscritto da pochissimo ne riparliamo fra 20 anni.

Risultato dell’indagine:

– 1^ Risposta scelta dal  40% – 2^ Risposta scelta dal  30% – 3^ Risposta scelta dal  5% – 4^ Risposta scelta dal  20%

Doverosa la riflessione sui risultati delle interviste fatte a Milano, per capire come impostare la costituenda Associazione.

Di certo lo scopo sarà avere maggior forza difensiva, propositiva e di trattativa, per essere uno zoccolo duro, una voce unica per contestare in modo etico e civile tutte le ingiustizie subite dagli Agenti di Commercio a qualsiasi livello da qualsivoglia organismo e/o soggetto giuridico. Sarebbe inoltre necessario avere lo scopo di unire gli Agenti di Commercio per rafforzare le speranze di ognuno fondate sulla solidarietà. Una Associazione di Agenti tutti solidali gli uni con gli altri, nella quale grazie alla forte coesione e condivisione di ideali riuscire nei limiti del possibile supportare ognuno degli associati nelle sue necessità. Creare quindi una Associazione Mutualistica, sulla falsa riga delle Società di Mutuo Soccorso.

Restano obbiettivi primari dell’associazione (leggi le motivazioni in Lettera Aperta) sono: la “Restituzione dei contributi Enasarco” e la “Spending Review”. Da conseguirsi attraverso una unitaria azione legale e/o parlamentare volta a modificare le regole che con i loro criteri sfociano in veri e propri casi di illegittima appropriazione indebita. 

Questo è il mio pensiero, auspico di trovare il vostro consenso, sarei felice di sapervi d’accordo ad avviare una Associazione basata proprio quel nobile sentimento della Solidarietà.

Personalmente non ammiro gli arrivisti che di solito sono anche egoisti, detesto chi già aggrappato ad una ciambella di salvataggio scalcia per impedire ad un altro essere umano di potersi aggrappare.

Non comprendo chi pensa solo al proprio destino, senza mai tener conto che nello stesso momento molti altri esseri umani vivono forse anche peggio e quindi meriterebbero di aver giustizia prima, una sorta di  latente diritto di precedenza tra poveri.

Questo che stiamo concludendo è l’anno della Misericordia, in questa chiave di lettura Vi prego di vivere questi momenti e quelli che verranno.

Siamo in prossimità delle Festività Natalizie, anche quest’anno il Santo Natale e la Festa di Capodanno verranno vissute con differenti stati d’animo, variegati sentimenti, tante speranze, altrettanti timori e preghiere.

A tal proposito Auspico per ognuno tanta serenità, pace e ottimismo sul futuro anche per l’iniziativa che stiamo intraprendendo.

Cordialmente

 

Quando il potere dell’amore avrà la meglio sull’amore per il potere, il mondo conoscerà la pace. (Sri Chinmoy Ghose)

I commenti e le domande sono bene accetti.